Chi siamo

Rete per il clima del Verbano

Chi siamo, che obiettivi abbiamo, come pensiamo di raggiungerli.

Siamo ormai consapevoli del riscaldamento globale e, con maggiore o minore conoscenza, dei rischi che comporta. E vorremmo che ‘qualcuno’ agisse, governi, imprese, organizzazioni internazionali. Il clima è un problema globale, deve avere una risposta globale.

Ma noi? Possiamo solo guardare o possiamo anche agire?

Non solo possiamo, ma dobbiamo.

E’ questo l’obiettivo che alcune associazioni locali1 si sono date costituendo la Rete per il clima del Verbano. 

Come abbiamo titolato alcuni incontri tenuti tra ottobre e novembre scorso ‘Passare dalla consapevolezza all’azione’.

Localmente si può fare molto, se agiremo localmente per ridurre le nostre emissioni avremo la forza e la credibilità per esigere che altri agiscano per conseguire gli obiettivi climatici.

Se ci guardiamo attorno ci rendiamo conto che non siamo soli: molti altri vorrebbero agire, ma ritengono di essere soli e di non avere la forza per cambiare le cose.

L’Unione Europea è impegnata in uno sforzo di grande impegno, il Green Deal Europeo, una strategia articolata che interessa non solo il clima, ma anche la biodiversità, e sarà il perno attorno a cui ruoteranno le politiche europee e, di conseguenza, degli Stati membri.

Abbiamo l’opportunità di saldare l’azione locale a quella dei governi nazionali e dell’Unione, e da qui all’intero scenario internazionale. Non sprechiamo questa occasione.

Il nostro impegno si concentrerà su alcuni assi:

  1. Elaborare una bozza di strategia climatica locale, articolata su azioni negli ambiti della produzione e del consumo di energia, della riqualificazione degli edifici, nella filiera cibo/agricoltura, nella mobilità di persone e beni, nell’industria e nella finanza. Caricheremo sul sito la sintesi del programma sotto forma di una tabella suddivisa in cinque sottotabelle corrispondenti agli ambiti d’azione in modo che chiunque possa contribuire proponendo modifiche e/o integrazioni.
  2. Aggregare i soggetti locali in un luogo di confronto e discussione, con il fine di arricchire, approfondire e attuare la strategia, in primo luogo le Amministrazioni Pubbliche, le imprese, le associazioni, le scuole;
  3. Coinvolgere tutta la comunità locale nell’impegno di attuazione della strategia, in particolare i giovani Per questo utilizzeremo tutti gli strumenti della comunicazione per raggiungere famiglie e singoli cittadini, far comprendere finalità e strumenti, motivare ognuno ad agire per ridurre le emissioni.
  4. Sollecitare i livelli decisionali superiori, Istituzioni, governo, forze politiche e sindacati, associazioni di categoria, i media, la cultura, l’arte, lo spettacolo, perché il nostro impegno diventi l’impegno di tutti e perché nessuno venga meno alle sue responsabilità. 

Dobbiamo affrontare una grande sfida, da cui dipende il futuro per decenni e forse secoli: non tiriamoci indietro, insieme possiamo farcela:

  1. La Rete è stata costituita dai circoli Legambiente di Angera, Ispra e Laveno-Luino, dalle associazioni AIACE, Comunità operosa Alto Verbano, I care, Comitato culturale JRC.